martedì 15 settembre 2009

September Rain

" Che bella cosa sei non mi era capitata mai
e tu che non lo sai c'è ancora tanto tempo per noi.
Fa che io sia per te l'estate quando il caldo passerà,
fa che io sia l'unico fiore che in eterno coglierai,
fa che io sia la musica che il tuo silenzio ascolterà, ascolterà...
T'innamorerai, t'innamorerò...
Che bello amore sei incontrarsi e crescersi per due,
trovarsi a respirare la stessa aria e lo stesso sapore.
...e fa che io sia per te l'estate quando il caldo passerà,
fa che io sia l'unico fiore che in eterno coglierai,
fa che io sia la musica che il tuo silenzio ascolterà, ascolterà...
T'innamorerai, t'innamorerò...
Morire perchè il sole morirà
nascosto dentro grandi occhi, negli occhi.
Lasciarsi un giorno per dimenticare e ritrovarsi poi perdutamente noi.
T'innamorerai... "
( t'innamorerò - marina rei )
::--::
...e piove. settembre pioggia. settembre inizio di tutto. si ricomincia. e io sono dell'idea che le ferie non fanno altro che rendere più difficoltosa la vita normale. che 3 mesi di ditte più o meno chiuse, di gente più o meno al mare, in montagna, in collina, a casa sullo sdraio e cose varie, non fa altro che aumentare il mio nervoso nel momento in cui arriverà poi sto settembre.
e settembre è il mese del mio compleanno e più ci penso e più non lo voglio festeggiare. e più lo penso e più mi accorgo che vorrei una festa da capogiro, dove invitare tutti. ma tutti tutti. ma la voglio speciale. diversa. non la solita festa. e siccome non ho tempo per organizzarla, visto che è settembre e ho un sacco di altre bellissime cose da fare, allora non la farò. e ormai è quella di due anni a sta parte. evito di complicarmi la vita. ma sarebbe bello...
sarebbe bello che sto settembre mi mettesse la testa a posto. me la pulisse da tutto quello che ora c'è e che non và. qualcuno dice che dovrei " eliminare le cose che veramente sono in più nella mia vita " : e cioè? qualcuno me lo spieghi perchè io non lo so cos'è in più.
io so solo che adesso un paio di cose mi stanno facendo male. male perchè non mi riconosco più. e vorrei... vorrei... vorrei capire se è davvero quello che voglio. vorrei andare via, e non lo dico come lo dice la 14enne in preda a una crisi con la mammina. lo dico perchè farebbe comodo non sentire/vedere più nessuno. non parlarne. non dover per forza pensarci. per vedere cosa succede. chi e cosa mi manca sul serio. chi e cosa è in più in tutto questo...
e nel frattempo piove. e io canto. e tento di pensare che come al solito il problema sono io ma che posso guarire. e tento di ragionare su quello che mi sta succedendo.
e vorrei essere la tua estate. il tuo fiore. la tua musica. davvero. ma non so come dirlo.

Nessun commento: