giovedì 15 maggio 2008

Pausa...

Pausa Caffè... No, credo sia Pausa Cia. Pauso da cosa? Fondamentalmente da niente... nel senso che per poter dire PAUSA bisognerebbe davvero staccare la spina e staccarsi dalla quotidianità delle cose che si fanno sempre. Invece io pauso per una sera... mi prendo una sera e dico : NO, STASERA NO. STO A CASA. E sto a casa per stirare. Per prendermi in anticipo sulla montagna di cose che devo fare e eliminandone una fingo di aver deciso di stare un attimo tranquilla. Si, ok, non è molto chiaro... però il discorso fila... no? Forse no. Ma siccome decido io in questa parte di mondo-internet allora decido che è giusto così e che è così.
E siccome sono le 18.44 e sono ancora a lavoro. E siccome credo starò qui ancora per tipo 3 quarti d'ora. E siccome sta anche iniziando la pioggia. Ecco... credo che il concetto sia chiaro.

* * * *
" Che tesoro che sei quando mi guardi, quando dici che mi chiami dopo e non mi chiami mai.
Che tesoro che sei quando fai tardi dici ... scusa sono in mezzo al traffico .. mi aspetterai.
E se il nostro poi non fosse amore giuro, io non ti lascerei anche se pensi che di te non me ne importa niente.
Anche se non fossi un angelo io non ti cambierei
perché sei bella bella bella ... bella come sei sei bella come ti vorrei ... "
( che tesoro che sei - antonello venditti )

2 commenti:

tafferugli ha detto...

le 4 C della pausa universitaria per eccellenza:
ciccacaffècessocicca

Nico ha detto...

essendo non fumatore direi:
ciccia-caffè-cesso-ciccia.....